In offerta!

Il Signore degli Anelli – Statua Boromir 30cm

325,00

Esaurito

COD: LOTR-DYDWETA1919 Categorie: , Tag:

Descrizione

weta

Weta Collectibles presenta questa bella figura dai dettagli incredibili tratta dalla celebre saga cinematografica, Il Signore degli Anelli. La statua racconta l’epico scontro avuto tra Boromir  e lo spietato orco Lurtz, l’elevata collezionabilità di questo oggetto disponibile in soli 1000 esemplari al mondo! Lo rendono una vera chicca per tutti i fan di Tolkien.

ALTEZZA: 30cm

MARCA: Weta Collectibles

Nato nell’anno 2978 della Terza Era, Boromir è il figlio maggiore di Denethor II, Sovrintendente di Gondor, e Finduilas di Dol Amroth. Suo fratello minore, Faramir è nato cinque anni più tardi. Nell’anno 3018 della Terza Era, Boromir, divenuto capitano di Gondor, riesce a difendere Osgiliath, con un drappello di uomini, dalle armate di Mordor capitanate dal Re degli Stregoni. Da questa vittoria, tuttavia, solo pochi rientrano a Minas Tirith, tra cui lo stesso Boromir, suo fratello e altri quattro valorosi soldati. Il giorno prima dell’assalto finale, Faramir fa un sogno misterioso che gli narrava una profezia:

« Cerca la Spada che fu rotta,

A Imladris la troverai;

I consigli della gente dotta

Più forti di Morgul avrai.

Lì un segno verrà mostrato,

Indice che il Giudizio è vicino,

Il Flagello d’Isildur s’è svegliato,

E il Mezzuomo è in cammino. »

Dopo aver riacquistato la ragione, Boromir si riscatta combattendo per salvare gli Hobbit Merry e Pipino dall’attacco degli Orchi che sorprende la Compagnia alle Cascate di Rauros. Nonostante i suoi sforzi, gli Hobbit vengono comunque rapiti e Boromir perisce nello scontro venendo colpito al petto e al cuore da diverse frecce dalle penne nere. Dopo l’attacco, Boromir vien ritrovato, ormai in fin di vita, da Aragorn a circa un miglio dal campo di Parth Galen. Il Ramingo arriva in tempo solo per raccogliere la dolente confessione del moribondo sul suo tentativo di impadronirsi dell’anello e la sua invocazione del perdono. Con l’aiuto di Gimli e Legolas, Aragorn si attarda a dare al corpo dell’amico le esequie funebri: con le armi in pugno e il corpo orgogliosamente composto, Boromir viene deposto in una delle barche elfiche e sospinto verso le cascate di Rauros. Il sogno si ripete più volte sia a Faramir che a Boromir, e così, secondo il parere di Denethor, i fratelli si accordano per andare a Gran Burrone in cerca di un’interpretazione del sogno. Boromir si offre di andare al posto del fratello e lascia Minas Tirith il 4 luglio, intraprendendo un viaggio di più di cento giorni prima di arrivare a destinazione. Una volta giunto a Gran Burrone, Elrond lo invita al Consiglio di Elrond dove è il primo ad intervenire nella discussione. Boromir cerca di convincere il Consiglio a portare l’Unico Anello a Gondor e di utilizzarlo contro le forze del male, ma Gandalf si oppone rivelando che l’anello non può essere utilizzato per questi propositi. La sua richiesta non viene accettata dal consiglio e Boromir si unisce alla Compagnia dell’Anello, il cui obiettivo è quello di proteggere il portatore dell’Unico Anello e di distruggere quest’ultimo nel Monte Fato a Mordor. Nel corso del viaggio, Boromir affronta diverse battaglia, finché, dopo l’apparente morte di Gandalf, si reca nei boschi di Lothlórien, casa della Dama elfica Galadriel e di SireCeleborn, dove sia lui che il gruppo possono finalmente riposarsi. Qui Galadriel lo mette in guardia sul destino che aspetta la sua città e il suo popolo.[15] Dopo aver udito le parole della dama elfica e una volta ripreso il viaggio verso Mordor, Boromir cerca di convincere un riluttante Aragorn a portare l’Anello a Gondor, per poi dirigersi a Mordor con più forze, nel vano tentativo di distruggere l’Unico. Aragorn, però, ritiene che la decisione spetti a Frodo, il Portatore dell’Anello che, chiedendo tempo per decidere, viene assalito da Boromir, momentaneamente soggiogato dall’Anello e dal desiderio di salvare il suo popolo.

Le leggende a Gondor narreranno che la barca contenente Boromir, dopo aver oltrepassato le cascate e le acque spumeggianti, avrebbe raggiunto Osgiliath prima di raggiungere il Grande Mare. Il corpo di Boromir viene appena intravisto da Faramir nell’Ithilien prima che possa scomparire verso il mare.

 

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Signore degli Anelli – Statua Boromir 30cm”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.