In offerta!

Lord of the Rings – Minas Morgul Environment 43cm

699,90

Esaurito

COD: LOTR-DYDWETA861002723 Categorie: , Tag:

Descrizione

weta

WetaWorkshop è lieta di presentare questa fantastica replica tratta direttamente dalla pellicola del Signore degli Anelli: Il ritorno del RE

I dettagli sono incredibili, la scultura si illumina completamente grazie ai LED ad alta luminosità posti all’interno della resina translucida, un vero oggetto da collezione che nessun appassionato del Signore degli Anelli dovrebbe farsi sfuggire!

 

CARATTERISTICHE:

– Illuminazione a LED unica
– Replica della miniatura del film originale, costruita da Weta Workshop per Il ritorno del re
– Prototipo modellato dagli artisti Weta Workshop Leonard Ellis, David Tremont e Gary Hunt
– Edizione limitata
– Realizzato in polystone di alta qualità

DIMENSIONI: 28 cm x 25 cm x 43 cm

MARCA: WETA

Minas Morgul (ˈminas ˈmorɡul. In Sindarin: Torre della Stregoneria), conosciuta anche con il suo precedente nome di Minas Ithil (in Sindarin: Torre della Luna), è una città fortificata di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J. R. R. Tolkien. Il suo nome completo è Minas Ithil nella Valle di Morgul, poiché la città si trova in una profonda valle dallo stesso nome.

Minas Ithil significa “Torre della Luna” e Minas Morgul significa “Torre della Magia Nera”. La parola minas significa “torre”. La parola ithil è un nome poetico per la Luna proveniente da sil o thil che significa “splendere di luce bianca o argentea”. La parola morgul significa “magia nera”. L’elemento mor significa “nero, oscuro”. L’elemento gûl significa “stregoneria, magia” dalla radice ngolor o nólë che significa “lungo studio, sapienza, conoscenza”

Minas Ithil era chiamata anche la Torre della Luna e la Torre della Luna Sorgente per via della pietra in grado di riflettere i raggi lunari che la facevano risplendere nella notte, illuminando tutta la valle. Minas Morgul era chiamata anche la Città Morta e la Torre della Negromanzia.

Sotto gli Spettri dell’Anello Minas Ithil fu pervertita in una versione orribilmente corrotta della sua precedente bellezza. La sua porta era simile a una bocca cavernosa. Il corso della torre ruotava lentamente, mostrando una diversa testa ghignante a ogni turno, e le mura di marmo di Morgul rifulgevano non riflettendo il chiaro di Luna, ma con una pallida, spaventosa luce propria che Tolkien descrive come “una luce cadaverica” che “non illuminava nulla”. Mentre Minas Ithil probabilmente fu, ai suoi tempi, una vivace, rumorosa città come Minas Tirith, Minas Morgul era silenziosa come una tomba. Le mura e la torre di Minas Morgul avevano molte finestre, ma tutte erano spente e non rivelavano nulla degli orrori all’interno. La magia nera che aveva permeato la Valle di Morgul era talmente grande che poteva far impazzire gli uomini che si avvicinavano troppo alla città. Un ponte di pietra bianca correva attraverso la Valle di Morgul dalla porta della città alla parete nord, e ad ogni estremità del ponte vi erano orribili statue serpeggianti di uomini e animali. Su entrambi i lati della Valle vi erano campi di fiori che emanavano un odore di marcio.

Quando Frodo Baggins, Samvise Gamgee e Gollum passarono dalla città sulla loro via per Cirith Ungol, l’Unico Anello riuscì quasi a costringere Frodo a correre verso le porte della città. Mentre salivano per le scale di Cirith Ungol, Frodo, Sam e Gollum videro un lampo rosso eruttato da Barad-dûr per segnalare l’inizio dell’attacco a Minas Tirith. Subito dopo un lampo simile di luce verde fu emesso dalla torre di Minas Morgul, mentre la sua guarnigione, sotto la guida del Re Stregone di Angmar, marciava per porre Minas Tirith sotto assedio.

Durante la Guerra dell’Anello, Minas Morgul continuò ad agire come base di operazioni per il Re Stregone ed era una grande guarnigione e base per le forze di Sauron. L’esercito di Orchi e Troll che attaccò Osgiliath e assediò Minas Tirith proveniva da Minas Morgul.

Quando l’Esercito dell’Ovest, diretto al Morannon per la loro ultima resistenza, passò per Minas Morgul, distrusse il ponte che conduceva alla Valle di Morgul e bruciò i suoi campi. Le forze di Aragorn non incontrarono resistenza da parte della Torre poiché l’intera guarnigione della città era stata uccisa alla Battaglia dei Campi del Pelennor. Il Principe Imrahil di Dol Amroth propose di attaccare Mordor attraverso Minas Morgul, ma gli altri temettero che il male presente nella valle potesse far impazzire gli uomini di Gondor. Inoltre Gandalf, sapendo che il Portatore dell’Anello era passato per di là per raggiungere Monte Fato, preferì non attirare l’attenzione su Morgul attaccandola.

Dopo la Guerra dell’Anello, quando Aragorn fu incoronato re Elessar, nominò Faramir Principe dell’Ithilien. Faramir costituì la sua residenza a Emyn Arnen, a sud-est di Minas Tirith, e governò da lì con la sua nuova sposa, Éowyn. Alla sua incoronazione, re Elessar decretò inoltre che Minas Ithil nella Valle di Morgul doveva essere totalmente distrutta e resa pulita per sette anni, e che nessun uomo vi avrebbe poi abitato. Successivamente Minas Ithil venne completamente ricostruita, libera dal male che aveva inquinato quel posto per millenni.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lord of the Rings – Minas Morgul Environment 43cm”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.