Lo Hobbit: La desolazione di Smaug – Statua Galadriel of the White Council

349,90

DISPONIBILE

ATTENZIONE

IL PRODOTTO E’ DISPONIBILE PRESSO IL NOSTRO FORNITORE, PREVIA UN ULTERIORE VERIFICA DOPO IL VOSTRO ORDINE.

COD: LOTR-DYDWETA870103303 Categorie: , Tag: ,

Descrizione

WETA è lieta di presentare questa fantastica statua dedicata alla bellissima Galadriel, l’elfa del bianco consiglio della terra di mezzo, prodotto sempre da Weta per la serie di statue in scala 1/6.

Galadriel è scolpita magistralmente, la somiglianza con l’attrice Cate Blanchett è ottima e la statua riesce a rievocare le emozioni tramesse dalla pellicola grazie anche ai suoi ottimi dettagli.  

ALTEZZA: 39 cm

MARCA: WETA

« Un Anello per domarli tutti, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nell’oscurità incatenarli »

Galadriel è un personaggio di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J. R. R. Tolkien. Compare in Il Signore degli AnelliIl SilmarillionRacconti incompiuti e Racconti ritrovati.

Era una nobile elfa della Terra di Mezzo, che regnò insieme al suo sposo Celeborn sui reami di Eregion e Lórien. Spesso viene citata come Dama di Lórien o Dama dei Galadhrim. Al di fuori del reame di Lothlórien, tuttavia, ci si riferisce a lei semplicemente come Dama Galadriel o Dama o Dama dei Boschi. Ella e Celeborn divennero noti come Il Signore e la Dama. Galadriel non fu mai regina, sebbene fosse di sangue reale e probabilmente avrebbe desiderato esserlo.

Il suo nome paterno era Artanis (lett. “Nobile donna”) e quello materno Nerwen (lett. “Ragazza-uomo”), in riferimento alla sua notevole altezza e alla sua forza sia corporea che interiore. Ma il nome che preferì fra tutti fu quello di Galadriel, versione Sindarin del Telerin Quenya Alatáriel, «essendo il più bello dei suoi nomi, quello che le era stato dato dal suo innamorato, Celeborn dei Teleri, che più tardi sposò nel Beleriand», che significa “Donna coronata con una ghirlanda di luce brillante”, in riferimento ai suoi capelli. Gli Elfi di Tirion ritenevano che nei capelli di Galadriel fosse rimasta imprigionata la luce dei due Alberi di Valinor, Laurelin e Telperion. Fu molto ammirata da Fëanor e forse ne fu fonte d’ispirazione per la creazione dei Silmaril.

Il Signore degli Anelli (in inglese The Lord of the Rings) è una trilogia colossal fantasy co-prodotta, co-scritta e diretta del regista neozelandese Peter Jackson, basata sull’omonimo romanzo scritto da J. R. R. Tolkien. La saga è formata da Il Signore degli Anelli – La Compagnia dell’Anello (2001), Il Signore degli Anelli – Le due torri (2002) e Il Signore degli Anelli – Il ritorno del re (2003).« Un Anello per domarli tutti, un anello per trovarli, un anello per ghermirli e nell’oscurità incatenarli »

Considerato uno dei progetti più grandi e ambiziosi mai intrapresi nella storia del cinema, ha richiesto un budget complessivo di 281 milioni di dollari e otto anni di lavoro per essere realizzato per intero; le riprese di tutti e tre i film sono state girate simultaneamente e interamente in Nuova Zelanda, paese natale di Peter Jackson. Ogni film della serie ha avuto anche edizioni speciali estese rilasciate in DVD un anno dopo l’uscita dei film nelle sale.

Ambientati nel mondo immaginario della Terra di Mezzo, i tre film seguono l’avventura degli hobbit Frodo Baggins e Samvise Gamgee impegnati in una difficile missione per distruggere l’Unico Anello e quindi garantire l’annientamento del suo creatore, l’Oscuro Signore Sauron. I due piccoli hobbit, saranno accompagnati a Mordor, nel Monte Fato (dove dovrà essere distrutto l’Anello) dalla creatura Gollum, un tempo portatrice dell’Unico Anello. Nel frattempo Aragorn, l’erede in esilio al trono di Gondor, il mago Gandalf, Legolas e Gimli dovranno unire e mobilitare i Popoli Liberi della Terra di Mezzo nella guerra contro gli eserciti di Sauron. Altri personaggi principali sono Arwen, Peregrino Tuc, Meriadoc Brandibuck, Galadriel, Saruman, Elrond, Boromir e Bilbo Baggins.

La serie è stata uno dei più grandi successi cinematografici di sempre, ha ricevuto numerosi riconoscimenti ed è stata acclamata dalla critica. Insieme a Ben-Hur e Titanic, il suo terzo capitolo, Il ritorno del re, è il film che ha avuto il maggior numero di premi Oscar (11) e complessivamente la trilogia è la più vittoriosa della storia: 17 statuette vinte e ben 30 nomination agli Oscar.

La serie è celebre fra l’altro per l’estremo realismo degli effetti speciali, realizzati dalla società neozelandese Weta, fondata dallo stesso Peter Jackson e da Richard Taylor.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lo Hobbit: La desolazione di Smaug – Statua Galadriel of the White Council”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.