In offerta!

Lo Hobbit – Action Figure Bilbo Baggins

219,90

DISPONIBILE DA META' MARZO

Esaurito

COD: LOTR-DYDACT903862 Categorie: , Tag:

Descrizione

AsmusLogo

Sideshow e Asmus Toys sono orgogliose di presentare l’action figure di Bilbo Baggins in scala 1/6.

Fantastica action figure dai dettagli incredibili, Bilbo prende letteralmente vita grazie alle sapienti mani degli scultori della ASMUS, finalmente anche Bilbo Baggins potrà essere aggiunto alla tua splendida collezione dedicata al Signore degli Anelli.

ALTEZZA: 21cm

MARCA: ASMUS

Bilbo Baggins è un personaggio di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J. R. R. Tolkien. Compare con un ruolo da protagonista nel romanzo Lo Hobbit, oltre che ne Il Signore degli Anelli e nei Racconti incompiuti.

All’interno del corpus dello scrittore, Bilbo è uno hobbit della Contea, cugino di Frodo Baggins, nonché uno fra i tanti possessori dell’Unico Anello, prezioso manufatto creato dall’Oscuro Signore Sauron che Bilbo trova all’interno della caverna di Gollum. Ne Lo Hobbit è, all’inizio, una persona sedentaria e tranquilla, del tutto disinteressata alle avventure; tuttavia, nel corso della storia, diventa progressivamente sempre più coraggioso, diventando determinante nella riconquista di Erebor da parte della compagnia di Thorin Scudodiquercia.

Ne Lo Hobbit Bilbo è il protagonista assoluto, mentre ne Il Signore degli Anelli assume un ruolo minore, seppur rimanga importante all’interno della storia. Nelle altre opere, Bilbo viene citato nei Racconti Incompiuti, nei quali vengono aggiunti dettagli sul suo passato e alcuni fatti antecedenti la trama de Lo Hobbit.

Bilbo Baggins è l’unico figlio di Belladonna Tuc e di Bungo Baggins. I suoi genitori provenivano da due famiglie totalmente opposte: la famiglia da cui proveniva Bungo, i Baggins, era famosa per la sua rispettabilità e tranquillità, mentre la famiglia di Belladonna, i Tuc, era ricordata per la sua propensione verso le avventure. Bilbo, sebbene si comportasse esattamente come ogni membro della famiglia Baggins, aveva ereditato inconsciamente anche alcune qualità della famiglia materna.

Rimasto orfano dopo la morte prematura dei genitori, Bilbo trascorre un’esistenza felice e tranquilla nella Contea, finché non riceve la visita dello stregone Gandalf il Grigio, il quale lo esorta a partire con lui per un’avventura. Nonostante all’inizio sia riluttante all’idea di lasciare la sua dimora, Bilbo viene convito dallo stregone ed entra a far parte della compagnia dei Nani di Thorin Scudodiquercia, intenzionati a recuperare il loro tesoro custodito all’interno della Montagna Solitaria (Erebor), infestata da un drago malvagio, Smaug. Bilbo, essendo l’unico membro del gruppo che può avere possibilità di avvicinarsi al drago (in quanto questo non conosce l’odore degli Hobbit), assume il ruolo di scassinatore.

Durante il viaggio, Bilbo affronta diversi ostacoli. Nel bosco viene catturato da tre Troll di montagna e, in questa occasione, dopo essere riuscito a scoprire la caverna dei Vagabondi, si impossessa di un pugnale elfico, Pungolo. Nella caverne dei Goblin, dopo essere scampato dai nemici grazie all’intervento di Gandalf, finisce per sbaglio nel covo della creatura nota come Gollum ed entra in possesso del magico anello di quest’ultimo, che ha la capacità di rendere invisibili. Sfuggito miracolosamente alla creatura grazie al magico anello, Bilbo si ricongiunge con i nani e con Gandalf e, grazie all’intervento di Gwaihir, il Signore delle Aquile, scampa ad un agguato degli Orchi.

Dopo aver raggiunto la Casa di Beorn ed essersi ripreso dalla fatica del viaggio, Bilbo e il resto della compagnia entrano in Bosco Atro. Nel pericoloso bosco Bilbo salva tutti i suoi amici dalle grinfie di ragni giganti, sfruttando il suo anello magico e combattendo i nemici brandendo Pungolo, e, successivamente, dagli Elfi comandati dal re Thranduil. Divenuto un membro indispensabile per la compagnia, Bilbo riesce a scoprire il punto debole di Smaug, durante il suo primo e unico incontro con il drago. Grazie a questa scoperta, Bard l’Arciere uccide Smaug durante l’attacco di quest’ultimo alla città di Esgaroth.

Dopo la morte del drago, la compagnia dei nani riconquista finalmente Erebor e con essa anche il suo gigantesco tesoro e Thorin dona a Bilbo come ricompensa una cotta di maglia nanica fatta di Mithril. Questo, però, è bramato non solo dai nani, ma anche dagli elfi e dagli uomini di Pontelagolungo. Così, per acquietare gli animi e convincere Thorin a dare una parte del tesoro agli altri due popoli, evitando così una guerra, Bilbo dona agli assedianti l’Archepietra. Questo espediente, tuttavia, ha solo il risultato di fare infuriare Thorin nei confronti dello hobbit. Nel corso della battaglia dei cinque eserciti Bilbo riceve una pietra in testa e sviene. Si risveglia a battaglia finita, giusto in tempo per riappacificarsi con il morente Thorin. Lo hobbit, successivamente, ritorna nella Contea, dove tutti ormai lo credevano morto, e comincia a scrivere un romanzo autobiografico: Andata e ritorno, le Vacanze di uno Hobbit.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lo Hobbit – Action Figure Bilbo Baggins”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.