Harry Potter – Anello di Orvoloson Gaunt Horcrux

54,90

Solo 2 pezzi disponibili

Descrizione

noble-collection

Harry Potter – Anello di Orvoloson Gaunt Horcrux

Riproduzione dell’anello Horcrux di Orvoloson Gaunt, contiene la pietra della resurrezione.
Realizzato in metallo placcato oro 24k, l’anello si presenta con il suo espositore.
.
MARCA: NOBLE COLLECTION
 .
L’Anello di Orvoloson Gaunt è un oggetto magico appartenuto alla Famiglia Gaunt, discendenti di Salazar Serpeverde e di Cadmus Peverell. E’ una anello d’oro con una pietra incastonata sulla quale è inciso un simbolo che Orvoloson ha sempre pensato fosse lo stemma della Famiglia Peverell, ma che in realtà era il simbolo dei Doni della Morte. L’anello passò attraverso la linea maschile della Famiglia Gaunt, di generazione in generazione, fino a quando non fu rubato a Orfin Gaunt da suo nipote Tom Riddle, mentre quest’ultimo lo accusava dell’omicidio dei Riddle. Mentre era a Hogwarts Tom non aveva alcun problema a indossare l’anello, come si è potuto vedere dal ricordo di Horace Lumacorno il giorno in cui Tom gli chiese spiegazione sugli Horcrux, oggetto che poi trasfomò in uno di essi.

Per proteggere il suo Horcrux, Tom Riddle fece una maledizione all’anello. Una maledizione davvero potente che neanche Albus Silente fu in grado di accorgersi della sua esistenza se non poco prima che la maledizione potesse essergli fatale. Infatti Albus Silente e Severus Piton, nonostante la loro bravura, furono solo in grado di ritardare gli effetti dalla maledizione per circa un anno, ma non di annullarli. Sia i Gaunt che Riddle ne erano all’oscuro.

La storia dell’anello comincia (e ironicamente anche finisce) con la storia della sua pietra. Infatti quest’ultima era proprio la Pietra della Resurrezione, uno dei leggendari Doni della Morte, la quale ha anche il simbolo dei Doni inciso su di essa. Come si racconta ne La storia dei tre fratelli, Cadmus Peverell, il fratello mediano, chiese alla Morte la possibilità di far ritornare le persone decedute. Si suppone che la Morte abbia raccolto da terra una pietra scura e che l’abbia data a Cadmus, assicurandogli che la pietra possedeva il potere da lui richiesto. Una volta tornato a casa, Cadmus estrasse la Pietra della Resurrezione, la girò per tre volte in una mano, e così facendo potè riavere indietro la sua amata morta prematuramente. Ma nonostante fosse tornata non era completamente se stessa, non era esattamente “viva” e desiderava tornare nel mondo dei morti, perchè quello dei vivi non le apparteneva più. Cadmus la poteva vedere, ma non la poteva toccare o stare veramente insieme a lei. I limiti della pietra lo portarono alla pazzia. Distrutto dal dolore si tolse la vita per poter gioire del suo amore nella morte.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Harry Potter – Anello di Orvoloson Gaunt Horcrux”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.