Replica spada Thorin (Lo Hobbit)

219,00

Esaurito

COD: LOTR-DYDNOB1276 Categorie: , Tag: ,

Descrizione

noble-collection

Replica Originale NOBLE COLLECTION.

Spada Thorin IL SIGNORE DEGLI ANELLI

MARCA: NOBLE COLLECTION

TUTTE LE NOSTRE SPADE SONO OGGETTI ORNAMENTALI, VENGONO SPEDITE NON AFFILATE SECONDO LE NORME VIGENTI SULLA LORO LIBERA VENDITA E DETENZIONE TRA LE PERSONE DI MAGGIORE ETÀ

Thorin II, soprannominato Scudodiquercia (Oakenshield), è un personaggio di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Compare con un ruolo da protagonista nel romanzo Lo Hobbit, ma viene anche citato ne Il Signore degli Anelli e nei Racconti incompiuti.

All’interno del corpus dello scrittore, Thorin è un nano, erede del Regno sotto la Montagna. Il drago Smaug attaccò il regno e si impadronì del vastissimo tesoro al suo interno, motivo per cui, ne Lo Hobbit, Thorin guida una compagnia di suoi simili, di cui fa parte anche lo Hobit Bilbo Baggins e lo stregone Gandalf, con l’obbiettivo di riconquistare la sua terra d’origine e uccidere il drago usurpatore. Nonostante Lo Hobbit sia stato concepito come un libro per bambini, il personaggio di Thorin affronta tematiche decisamente più complesse e problematiche: ossessionato dal proteggere le sue ricchezze, egli dimentica amicizie, onore e dignità e cade nella follia più pura, salvo poi redimersi a costo della propria vita. Il personaggio di Thorin, dunque, introduce palesemente tematiche e problemi ricorrenti che saranno affrontati ne Il Signore degli Anelli, seguito de Lo Hobbit.

Nelle altre opere, Thorin viene citato nelle appendici de Il Signore degli Anelli e nei Racconti Incompiuti, nei quali vengono aggiunti dettagli sulla sua origine e alcuni fatti antecedenti la trama de Lo Hobbit.

Thorin nasce nell’anno 2746 della Terza era, figlio maggiore di Thràin II e nipote di Thròr, sovrano di Erebor. Nell’anno 2770, il drago Smaug conquista Erebor, ponendo così fine al regno di Thrór. Il drago, inoltre, si impossessa di tutti i tesori dei Nani e li accumula nella sala centrale delle caverne, facendone così il proprio giaciglio. Thorin perde la sua casa e fugge insieme ai nani sopravvissuti.

Nell’anno 2799 ha luogo presso il Cancello Orientale di Moria la sanguinosa battaglia di Azanulbizar. In questa battaglia, lo scudo di Thorin viene infranto e lui usa la sua ascia per tagliare il ramo di una quercia usandolo come uno scudo, guadagnando così il soprannome di “Scudodiquercia”

Successivamente, Thorin si stabilisce con il resto del suo popolo sulle Montagne Azzurre, a ovest di Eriador. Dopo la scomparsa di suo padre Thráin, Thorin diventa l’Erede di Durin. Lavora molto, commerciando e guadagnando grosse ricchezze, e il suo popolo cresce grazie alla venuta di molti Nani del Popolo di Durin. Thorin, tuttavia, non dimentica Erebor e negli anni successivi inizia a meditare un piano per riconquistare la sua patria e vendicarsi di Smaug. Un giorno si imbatte casualmente in Gandalf il Grigio, un saggio e stravagante stregone. Thorin gli chiede consiglio sulla questione Erebor e lo stregone lo esorta a mobilitarsi per raggiungere la Montagna Solitaria ed affrontare Smaug. Gandalf, infatti, teme che il drago si possa alleare con il malvagio Sauron.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Replica spada Thorin (Lo Hobbit)”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.