In offerta!

Il Signore degli Anelli – Busto Balrog 49cm

729,90 694,90

DISPONIBILE

Solo 2 pezzi disponibili

COD: LOTR-DYDWETA860202636 Categorie: , Tag:

Descrizione

weta

Due decenni dopo aver disegnato creature per Il Signore degli Anelli, lo scultore della Weta Jamie Beswarick ha rivisitato il Balrog, questa volta catturando il terrificante demone in un busto di resina dai dettagli maniacali.

Il volto ringhiante del Balrog è stato creato usando le stesse tecniche di scultura affinate durante la trilogia del Signore degli Anelli.

Il busto viene illuminato, da luci e ombre che creano delle bellissime fiamme danzanti.

Il busto di Balrog può essere appoggiato su una superficie piana o appeso al muro. Basta allentare il bullone di fissaggio e la testa può girare di 180.

Questo busto è un edizione limitata a soli 666 esemplari al mondo, è composto da resine di altissima qualità e presenta un’illuminazione a LED unica per creare un effetto fiamma avvolgente e realistico.

DIMENSIONI: 49 x 28 x 30 cm

MARCA: WETA COLLECTIBLES

I Balrog sono creature di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Si tratta di Maiar sedotti da Morgoth, il Principio del Male e primo Oscuro Signore della Terra di Mezzo. Al pari di Sauron, erano i suoi servitori più potenti.

In lingua Sindarin, Balrog significa letteralmente demone di potenza, mentre inQuenya essi sono chiamati Valaraukar, dal medesimo significato.

Dominano il fuoco, come il loro signore Morgoth. È importante precisare che pur essendo spiriti immortali, nella Terra di Mezzo possono essere comunque uccisi per via del fatto che al servizio di Morgoth si sono incarnati in corpi materiali.

Gli scritti di Tolkien sono vaghi circa l’aspetto preciso dei Balrog. Apparivano frequentemente armati con fruste ardenti e, occasionalmente, con lunghe spade. Ne Il Signore degli Anelli

« Non si riusciva a distinguere cosa fosse: era come una grande ombra, nel mezzo della quale si trovava una forma scura di dimensioni umane, e anche più grossa; potere e terrore parevano sprigionarsi da essa e precederla. Giunse all’orlo della voragine di fuoco, e la luce s’offuscò, come se una nube vi si fosse posata sopra. Poi d’impeto varcò il baratro. Con un ruggito le fiamme s’innalzarono in segno di saluto, intrecciandosi intorno a lui; un fumo nero turbinò nell’aria. La criniera svolazzante dell’oscura forma prese fuoco, avvampando. Nella mano destra teneva una lama pari a un’acuminata lingua di fuoco, e nella sinistra una frusta dalle molte code. »

Non si sa se i Balrog abbiano mantenuto la capacità dei Maiar di cambiare aspetto (come Sauron nella Prima Era).(Descrizione del Flagello di Durin).

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Il Signore degli Anelli – Busto Balrog 49cm”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *