In offerta!

Lord of the Rings – Statua Saruman The White 20cm

109,90 94,90

preorder

DISPONIBILE DA FEBBRAIO 2021

ATTENZIONE

La data di uscita di questo prodotto è approssimativa, il PRODUTTORE può variarne la pubblicazione senza preavviso anche di diversi mesi. Per maggiori informazioni leggi QUI


Descrizione

weta

Fantastica statua dedica a Saruman, i dettagli sono ottimi, la posa è meravigliosa, completamente rifinito e dipinto a mano questa statua non può mancare a nessun appassionato degli scritti di Tolkien!

ALTEZZA: 20 cm

MARCA: Weta Collectibles

Saruman è un personaggio di Arda, l’universo immaginario fantasy creato dallo scrittore inglese J.R.R. Tolkien. Compare con un ruolo da antagonista nel romanzo Il Signore degli Anelli, e appare anche ne Il Silmarillion e nei Racconti incompiuti.

All’interno del corpus dello scrittore, Saruman si distingue come il capo del Bianco Consiglio, l’alto comando dei Popoli Liberi nella Terra di Mezzo, oltre che il più saggio e potente tra gli Istari. Figura apparentemente di animo pacifico, nel corso de Il Signore degli Anelli si scoprirà essere un personaggio malvagio e doppiogiochista (sia con le forze del bene che del male) che ambisce a conquistare la Terra di Mezzo e a sottometterne gli abitanti.

Nelle altre opere, Saruman viene citato nei Racconti incompiuti, nei quali vengono aggiunti dettagli sulla sua origine e alcuni fatti antecedenti la trama de Il Signore degli Anelli. Ne Il Silmarillion, invece, vengono aggiunti dettagli sulle dinamiche del Bianco Consiglio durante la storia de Lo Hobbit e Il Signore degli Anelli.

All’inizio de Il Signore degli Anelli, ambientato circa sessant’anni dopo l’attacco a Dol Guldur, Saruman utilizza Radagast per attirare Gandalf a Isengard. Qui, Saruman palesa il suo tradimento e prospetta a Gandalf una finta alleanza con Sauron, in modo tale che il Sire di Mordor creda di aver già il dominio sulla Terra di Mezzo. Al contempo Saruman è convinto che i Saggi, uniti insieme a Sauron, potrebbero pian piano manipolare il corso degli eventi a loro piacimento realizzando quegli stessi scopi per cui avevano deciso di combattere Sauron, e infine spodestare Sauron stesso e governare con sapienza la Terra di Mezzo. Dalle parole di Saruman si può anche capire quello che è il suo personale progetto di creazione di una nuova società. Lo Stregone Bianco auspica l’avvento di un nuovo ordine, basato unicamente sul puro esercizio della razionalità, sull’uso incontrastato della scienza e della tecnica in contrasto con le antiche superstizioni e tradizioni. Ciò che per Gandalf è inaccettabile, cioè che i Saggi prendano il potere con la forza e impongano le proprie superiori conoscenze agli altri, per Saruman è invece l’unica soluzione possibile. Nasce uno scontro, da cui Gandalf esce sconfitto e viene imprigionato nella torre di Orthanc. Il Grigio riesce comunque a fuggire con l’aiuto di Gwaihir, il Signore delle Aquile.

Successivamente, Saruman raduna un esercito di orchi e con le arti malefiche fonde gli Uomini Selvaggi coi Goblin. Arriva a scatenare la guerra contro Rohan, ma il suo esercito, dopo le prime due vittorie ai Guadi dell’Isen, perirà al Fosso di Helm. La stessa Isengard viene assediata e presa dagli Ent e dagli Ucorni. Imprigionato a Orthac insieme al fido servitore Grima Vermilinguo, Saruman si rifiuta comunque di pentirsi e tornare ad aiutare nella lotta a Sauron; perde così ogni potere e viene cacciato dall’ordine degli Istari da Gandalf, nuovo capo dello stesso ordine:

« Levò la mano, e parlò con voce limpida e fredda. «Saruman, il tuo bastone è rotto». Si udì uno schianto e il bastone si spezzò nella mano di Saruman; l’impugnatura cadde ai piedi di Gandalf. «Va’!», disse questi. Con un grido Saruman scomparve e strisciò via. »

« Con costernazione dei presenti, intorno al cadavere di Saruman si formò una specie di nebbia grigia che salì lentamente sempre più in alto, come fumo sprigionato da un fuoco, e giganteggiò sul Colle simile a una pallida figura velata. Esitò un momento, rivolta a occidente; ma proprio da lì venne un vento freddo che la sospinse, ed essa finì col dissolversi sospirando. »Saruman rimane così confinato nella sua torre di Orthanc, ma dopo qualche tempo lo si ritrova alla fine del romanzo, insediato nella Contea, con lo pseudonimo di Sharkey, insieme ai suoi banditi (che spiavano Frodo già da Brea). Infatti gli Ent, mossi da pietà, avevano lasciato libero lo stregone. L’arrivo dei quattro Hobbit da Gondor dà il via alla rivolta che ribalterà il dominio dello stregone che viene ucciso da Vermilinguo, in un raptus di follia, mentre erano stati cacciati da casa Baggins, che era stata la loro dimora durante la permanenza nella Contea. Dopo la morte, Saruman subisce lo stesso destino di Sauron: il suo spirito si separa dal corpo e viene portato via dal vento:

« Con costernazione dei presenti, intorno al cadavere di Saruman si formò una specie di nebbia grigia che salì lentamente sempre più in alto, come fumo sprigionato da un fuoco, e giganteggiò sul Colle simile a una pallida figura velata. Esitò un momento, rivolta a occidente; ma proprio da lì venne un vento freddo che la sospinse, ed essa finì col dissolversi sospirando. »

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Lord of the Rings – Statua Saruman The White 20cm”

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *