Alien 105
Alien 106Alien 108Alien 109Alien 107Alien 110

Aliens – Statua Alien Warrior 44cm

549,90€

DISPONIBILE

 

VIDEO PRESENTAZIONE, CLICCA QUI

Solo 1 pezzi disponibili

COD: ALIEN-DYDSS200469 Categorie: , Etichetta

Descrizione prodotto

logo sideshow collectibles

Sideshow è lieta di presentare il terribile Alien Warrior tratto dal secondo film dell’omonima saga fantascientifica: “Aliens”.
L’azienda mostra il temibile Xenomorfo in tutta la sua bellezza, come sempre spicca la qualità di lavorazione che l’azienda riserva ai suoi prodotti, con grande cura nella finitura della vernice e l’intricata accuratezza dei dettagli.

VIDEO PRESENTAZIONE, CLICCA QUI

ALTEZZA: 44cm

MARCA: SIDESHOW

Lo Xenomorfo, più noto con il nome di Alien, è specie parassita extraterrestre presente come principale antagonista nella serie di film Alien e nell’universo fantascientifico ad essa collegato.

La specie compare per la prima volta sullo schermo nel film Alien, diretto nel 1979 da Ridley Scott. In seguito, riappare in altri tre episodi della saga: Aliens – scontro Finale, opera del 1986 di James Cameron; Alien 3, film del 1992 di David Fincher; infine, Alien: la clonazione girato da Jean-Pierre Jeunet nel 1997.

Gli xenomorfi per natura non provano alcun tipo di sentimento, seguono una rigida scala gerarchica ed eseguono senza opporsi gli ordini della matriarca, la quale è capace di controllare tutti i propri nati mediante le proprie abilità telepatiche. L’indipendenza degli xenomorfi subordinati è limitata se non assente, in quanto, alla morte della matriarca, essi perdono letteralmente qualsiasi volontà che vada oltre la propria sopravvivenza e dopo un periodo di disorientamento apparente, diventano indipendenti; solo in rarissimi casi superano i cinque giorni di vita, privi di una guida. Nei periodi di tranquillità, quando ormai il nido è stato costruito e organizzato e tutti gli ospiti hanno dato vita ad uno xenomorfo, l’attività generale dei subordinati cessa. Molti di essi si “addormentano” nelle profondità dell’alveare, mantenendo lo stato di quiescenza fino all’inizio di un nuovo periodo di attività. Questo letargo può variare da poche settimane ad almeno due anni, nei quali rimangono attivi solo gli xenomorfi necessari alla sopravvivenza e l’accudimento della matriarca.

Nel primo sequel di Alien, Aliens – Scontro finale del 1986, il regista James Cameron intendeva rimodellare la creatura titolare in modo più appropriato per il suo film di natura più bellico. L’incarico di aggiornare l’aspetto dello xenomorfo fu affidato a Stan Winston, siccome Giger fu occupato con Poltergeist II – L’altra dimensione. L’alterazione più ovvia fu l’eliminazione del carapace liscio sulla testa, siccome Cameron temeva che si sarebbe frantumato durante le scene d’azione. Cameron inoltre preferiva il look più scheletrico che la rimozione del carapace conferiva alla creatura. Per mantenere ciò che Winston definiva “la minaccia ceca” dello xenomorfo originale, gli furono tolti le orbite che si vedevano a malapena attraverso il carapace. Altre modifiche estetiche includevano artigli più lunghi, piedi modificati per scalare i muri, e speroni sui gomiti.

Recensioni

Ancora non ci sono recensioni.

Recensisci per primo “Aliens – Statua Alien Warrior 44cm”